da piccola – ossia molto più garbata di ora – non sopportavo i gay.
o, meglio, come si diceva allora, i ricchioni.
sì, insomma le checche, i froci.